Sicilia Grecia

Per lungo tempo le regioni italiane del sud Italia, in particolar modo la Puglia, la Calabria e la Sicilia, ma anche la Campania, sono state colonizzate da popolazioni di origine greca che lasciavano la loro terra natale a causa di una serie di motivi, sia legati alla povertà del territorio, che per aprire nuovi scali commerciali, che per fuggire di fronte alle invasioni di terribili popolazioni barbare che dal nord portavano morte e distruzione.

Pescatori al lavoro
Pescatori al lavoro

Molte delle città più importanti delle coste italiane meridionali, da Otranto a Taranto, da Siracusa ad Agrigento, da Megara a Naxos, sono state fondate dai greci, che in alcuni casi hanno fatto della Magna Grecia un territorio più ricco e potente addirittura della madrepatria. Le colonie inoltre saranno così potenti che a loro volta saranno in grado di fondare altre colonie in maniera autonoma, come il caso di Siracusa, la cui potenza la rese in grado di controllare, durante il periodo dei tiranni, gran parte del territorio siciliano. La potenza delle colonie greche in Sicilia cesserà solo con l’avvento della nuova potenza militare di Roma, contro cui alcune città combatteranno mentre altre altre, con più lungimiranza, verranno a patti.