Porto Mikonos

Mykonos è un’isola che ha ottimi collegamenti con il resto della Grecia e con gli scali aeroportuali internazionali. Da Atene, al porto del Pireo e da quello di Rafina ogni giorno partono catamarani e navi veloci alla volta dell’isola.

Anche da Salonicco ci sono molti collegamenti via nave. L’isola di Mykonos poi è collegata via mare alle altre isole dell’arcipelago delle Cicladi, del Dodecanneso ed anche da Creta. Naturalmente durante l’alta stagione turistica la frequenza delle navi che partono da e per l’isola di Mykonos aumenta considerevolmente. Una breve ricerca su internet vi permetterà di trovare le varie opportunità di viaggio via mare verso questa splendida isola nel Mare Egeo. Anche i prezzi dei biglietti naturalmente variano a seconda della stagione, ed anche a seconda del mezzo che scegliete. In generale i catamarani viaggiano più veloci ma costano anche più cari.

barca di pescatori una barca di pescatori

A Mykonos ci sono tre porti: il più vecchio si trova vicino alla città. E’ un porto pittoresco, uno dei più affascinanti dell’intero Mediterraneo che, oltre all’attracco per le navi di linea ed i catamarani veloci presenta una lunga fila delle consuete e pittoresche barche dei pescatori, dipinte di bianco o di sgargianti colori, blu, rosso, giallo. Molte ormeggiate in mezzo alla baia ed altre pigramente adagiate sulla spiaggetta che costeggia tutta la baia. Seduti nei bar al mattino a godervi la prima colazione o la sera a sorseggiare il vostro aperitivo non sarà raro assistere al secolare lavoro dei pescatori che, pigramente seduti per terra riparano gli strappi ed i buchi nelle reti pazientemente intrecciando un filo dopo l’altro. C’è poi un secondo porto, più moderno, che accoglie anche la marina per gli yacht, a circa 10 chilometri dal centro di Mykonos Town, e da cui è comunque possibile trovare giorno e notte un bus che vi porta nel cuore pulsante della città.

barca2 in partenza per la pesca…

Un terzo porto poco distante è invece utilizzato per accogliere le imbarcazioni che fanno la spola per recarsi in escursione a visitare il sito archeologico dell’isola di Delos, di fronte a Kos, una delle meraviglie archeologiche più ricche e meglio conservate dell’intero mediterraneo, dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall UNESCO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.