Il Museo Archeologico di Mykonos

Il Museo Archeologico di Mikonos si trova nelle vicinanze del porto commerciale. E’ una visita da non perdere per i tanti preziosi reperti che conserva, provenienti principalmente dalle isole di Rheneia e Delos nonché da Mikonos.

Ceramiche, sculture, statue di marmo e vasi fanno parte della vastissima collezione ospitata nelle sale del museo e questo è sicuramente uno dei più importanti per la raccolta delle testimonianze dell’arte vasaria e della ceramica dell’antica Grecia.

594948_mykonos_town

Il museo è stato costruito nel 1902 per ospitare i reperti della “fossa della Purificazione” un importante ritrovamento di reperti scoperto nel 1898 sull’isola di Rheneia. Inizialmente il museo era inediato in un edificio in stile neoclassico, rimaneggiato nel corso degli anni ’30 ed acui, all’inizio degli anni ’70 è stata aggiunta un padiglione.

Oltre alle ceramiche, sono esposti all’interno del museo statue funerarie, statuine di creta, gioielli ed altri oggetti di piccole dimensioni.

Tra i pezzi più importanti troviamo il “pithos” (in antichità i contenitori utilizzati per conservare olio, vino e grano) decorato in rilievo con scene della guerra di Troia. Si tratta sicuramente di un vaso funerario, ritrovato a Mikonos durante gli scavi di un pozzo, sulla cui superficie si può ammirare la figura del famoso cavallo di legno con il quale i greci espugnarono l’invincibile città.
Altri reperti importanti sono la grande anfora arcaica, la stele tombale di Glycon, quella di Tertia Horaria, la statua di Eracle ritrovata su Rheneia ed una bella statuetta di creta raffigurante una giovane donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.