Chiesa di Paraportiani

La chiesa di Paraportiani sull’isola di Mikonos è sicuramente una delle più famose strutture 8architettoniche che si possano trovare in Grecia.

paraportiani

La chiesa è dedicata a Maria Vergine (Panagia in greco) e la sua struttura assolutamente originale, che qualcuno ha provato a descrivere come “il sogno di un pasticcere impazzito” è un vero e proprio capolavoro di architettura, che si può raggiungere inerpicandosi lungo la parte più antica della città, nel cuore del Kastro, inoltrandosi lungo il quartiere di Alefkandra, chiamato anche, curiosamente, “piccola Venezia”, l’insediamento medievale da cui si svilupperà, con il caratteristico labirinto di vicoli e vie strette, la città medievale.

L’incredibile edificio, che svetta con la sua linea abbacinante di calce vicino all’ingresso principale del porto è una delle attrattive più fotografate ed ammirate dai tanti turisti che si recano a Mikonos durante le loro vacanze.

Il suo nome, che significa porta secondaria o porta interna, lo si deve al fatto che la chiesa era situata in una delle antiche aperture del cerchio di mura che un tempo, in epoca medievale, cingevano la città e l’antico forte.

In realtà Paraportiani non è una vera e propria chiesa, ma piuttosto un agglomerato di cinque piccole chiese che, dall’epoca della prima costruzione, nel 1475, sono state costruite, fino al 17° secolo, una vicino all’altra. Le quattro chiese della base sono poi state fuse insieme in maniera da fungere come base per la quinta chiesa, quest’ultima sormontata da una cupola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.