Caicchi a Mykonos

Il caicco deve la sua origine ai turchi, che la usavano come barca da pesca e da lavoro. Caratteristica principale di questa imbarcazione, rispetto alle altre presenti nel Mediterraneo orientale è la sua forma allargata particolarmente spaziosa ed i due alberi per le vele.

mykonos1

La loro antica funzione, una volta nate le barche a motore si è piano piano ridotta, ma il caicco ha trovato modo di sopravvivere e, anzi di veder rilanciata la sua presenza nei mari grazie proprio alla sua struttura, in grado di poter accogliere diverse persone, fino a due decine, offrendo a loro le comodità di una imbarcazione da crociera. E’ per questo motivo che oggi in molte isole greche, e sulla costa turca chi si recherà in vacanza potrà trovarne diverse decine ancorate ai moli, in attesa di accogliere gli escursionisti.Non c’è di certo da aspettarsi un viaggio a vela però, sebbene in molti casi esse vengono ancora, in parte, dispiegate, i caicchi funzionano prevalentemente a motore, e semmai la funzione della vela è quella di stabilizzare ulteriormente l’imbarcazione in presenza di mare mosso.

Il vantaggio inoltre è quello di essere particolarmente agili e di potersi fermare per la notte anche in baie dove il fondale è relativamente basso grazie alla chiglia non profonda.

A Mykonos di caicchi se ne possono trovare a decine, e sono particolarmente utili per raggiungere località e spiaggette che non sono accessibili via terra. Da Mikonos poi si può addirittura intraprendere una mini crociera per esplorare le isole circostanti, regalandosi in questo modo una vacanza di sogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.