Porto di Mandraki a Rodi

Tra le passeggiate più suggestive e tipiche da fare nel capoluogo dell’Isola di Rodi sicuramente quella dell’antico porto di Mandraki è una delle più amate e gettonate tra visitatori e turisti. Un porto che ha una storia antichissima, perchè qui attraccavano navi ed imbarcazioni ben 2500 anni fa, ed è qui che, secondo quanto riferiscono storici antichi e leggende, torreggiava l’imponente statua del Colosso di Rodi, una delle sette meraviglie dell’antichità.

Dove un tempo posavano i piedi dell’immensa statua, così grande che le navi potevano passaci sotto, oggi il visitatore troverà le due alte colonne sulla cui cima una statua di cervo, simbolo della città di Rodi accoglie i naviganti.

Mandraki
Mandraki

All’interno dell’area portuale, allineate lungo le banchine si possono ammirare yacht ed imbarcazioni private, sontuose ed eleganti, i tipici caicchi, le imbarcazioni di origine turca oggi prevalentemente riadattate per le escursioni, bar e locali posti su piattaforme galleggianti ed anche una nutrita schiera di pittoresche barche di pescatori, alcuni ancora utilizzate altre trasformate in piccole boutique per la vendita di souvenir tipici dell’isola, dai manufatti in ceramica, a copie delle antiche icone dorate della religione ortodossa, alle spugne stappate al profondo dei mari.

Dalla parte opposta della strada che corre lungo la banchina portuale si allineano importanti edifici amministrativi, molti di architettura italiana anni ’30, l’antica agorà, ovvero spazio pubblico e mercato, anch’essa di originale architettura moresca, ed una serie di bar e ristoranti, dove assaporare cocktail ed aperitivi ammirando il tramonto sul mare oppure concedersi deliziose cenette, in tipiche taverne greche o in ristoranti che offrono un menù internazionale.