Posts Tagged ‘vacanze in Grecia’

Isola di Naxos

Tra le isole più interessanti da prendere in considerazione per le proprie vacanze in Grecia, Naxos possiede un patrimonio archeologico e naturalistico di eccezionale valore, e per questa ragione è una delle mete più gettonate di quest’area del bacino Mediterraneo. Inoltre la sua vicinanza ad isole altrettanto celebri, come Mikonos o Santorini, ne fa il punto di partenza ideale per esplorare l’incantevole panorama di mare offerto dall’arcipelago delle Cicladi.

La storia di quest’isola è molto antica, come si potrà percepire dalle tantissime testimonianze archeologiche presenti sia nel capoluogo dell’isola, Chora, sia negli altri piccoli e pittoreschi villaggi dell’isola, da Apiranthos a Fleri ad Apollona. Notevoli per bellezza le spiagge presenti sull’isola, di ciottoli o di sabbia fine, ed i fondali, ricchissimi di creature marine.

Naxos

Naxos

L’alto afflusso turistico, sia via aereo che via nave, costituisce una delle risorse economiche più importanti dell’isola, ma ciò non ha snaturato quell’atmosfera tradizionale che si può ancora respirare in molte località di Naxos, soprattutto nei villaggi più piccoli e lontani dal capoluogo. Naxos è un importante centro del nightclubbing in Grecia, e le sue notti folli non hanno nulla da invidiare a quelle di altre località altrettanto note della Grecia, come Mikonos o Rodi.

Su Naxos ci si sposta facilmente con i mezzi pubblici, ma per scoprire le località più appartate e nascoste è meglio noleggiare un auto o una moto. Interessantissime e sicuramente da non perdere le escursioni verso le isole vicine, in particolar modo da segnalare Delos, un tempo isola sacra che possiede un patrimonio archeologico inestimabile.

Isola di Santorini

Isola tra le più conosciute ed amate della Grecia, Santorini è sicuramente quella più visitata e fotografata, a causa dei suoi panorami davvero unici di pareti rocciose e riarse a picco su uno splendido specchio di mare blu. Anticamente Santorini era un vulcano, e ciò lo si nota facilmente ammirando la singolare figura ad anello formatasi in seguito all’ultima grande eruzione del vulcano più di tremila anni or sono.

Isola cosmopolita e molto vivace, soprattutto durante la stagione estiva, è un must per coloro che vogliono bearsi dei magnifici panorami che offre. Dai pittoreschi villaggi arroccate sulla cima di alte pareti di roccia, nei bar e nei caffè delle casette dipinte a calce, di un bianco accecante, si può infatti spaziare con lo sguardo verso il mare tra puntato di isole, e godersi tramonti davvero fantastici, quando le alte pareti che si affacciano sul mare si colorano di sfumature rosse e rosate.

Santorini

Santorini

Facilissima da raggiungere, sia via mare, dal Pireo e dalle isole circostanti, Naxos, Paros, sia in aereo da Atene e dalle maggiori capitali europee, l’isola è meta di un turismo costante e di un elevato numero di visitatori.

Per questa ragione il costo del soggiorno e della ristorazione e sicuramente più elevato rispetto a molte altre isole circostanti. Capoluogo dell’arcipelago delle Cicladi, possiede spiagge e litorali fantastici. Anche se non ci sono lunghe spiagge, le insenature e le piccole distese di sabbia di origine vulcanica, rosse o nere, sono spettacolari, così come lo sono i fondali marini, ricchissimi di pesci ed altre creature marine.

Edifici italiani nel Dodecanneso

Tra le due guerre mondiali l’Italia governo amministrativamente l’intera area del mar Egeo compreso nell’arcipelago del Dodecanneso. Questa dozzina di grandi isole, che l’Italia acquisirà dall’Impero Ottomano come debito di guerra dopo la conquista della Libia, rimaste sotto i turchi per circa 500 anni conosceranno profonde trasformazioni delle infrastrutture proprio durante il governo italiano.

Strade e palazzi, ospedali ed edifici amministrativi, teatri e cinema, nelle isole del Dodecanneso una decina di architetti italiani costruirono secondo lo stile funzionalista in voga negli anni ’30: linee rigorose, geometrie semplici, eleganza ed un certo gusto coloniale sono le prime caratteristiche degli edifici che ancora oggi si possono vedere su molte delle isole dell’arcipelago. Sicuramente a Rodi, dove erano concentrati gli uffici amministrativi del governo italiano, dove sono tantissimi gli esempi di edifici civili e pubblici, molti dei quali continuano ancora oggi a rivestire la loro funzione originale.

Palazzine italiane a Lakki
Palazzine italiane a Lakki

Celebri il grande Casinò delle Rose, e, sull’estrema punta dell’isola verso nord il piccolo ed originale edificio dell’Acquario. Aggirandosi tra le vie della città nuova di Rodi ci si potrà imbattere in decine di villette e palazzine la cui architettura richiama evidentemente allo stesso stile architettonico.

Su altre isole analoghe soprese, come il Palazzo Municipale di Kos, che invece rappresenta quello stile arabeggiante e “moresco” che riprendeva alcuni stilemi della trascorsa “art decò”, di cui un sublime esempio sono le Terme di Callithea, sull’isola di Rodi.

Da ammirare l’intera cittadina di Lakki sulla piccola isola di Leros, in origine uno dei più importanti porti militari italiani nel Dodecanneso, le cui bianche palazzine affacciate sulla banchina di fronte al mare ricordano i dipinti metafisici dell’omonima avanguardia italiana di inizio secolo.

Lipsi Grecia

Lipsi è davvero un piccolo, grazioso gioiello ed un’indimenticabile meta di vacanze in Grecia. A poche miglia di mare da Leros e da Kos la piccola isola riserva ai suoi visitatori la bellezza di spiagge mozzafiato, e di un incantevole, unico paesino, che si presenta con casette imbiancate di calce raggruppate a grappolo intorno alla mole della chiesa principale dell’isola, Panaghia tou Kharou, che è anche il cuore pulsante di una dei più suggestivi eventi dell’anno, la celebrazione della Madonna che il 30 agosto si svolge con una pittoresca processione seguitissima dagli abitanti locali e dai turisti che vi accorrono in massa proprio per la suggestiva atmosfera che si crea durante l’evento.

Porticciolo di Lipsi

Porticciolo di Lipsi

Facilmente raggiungibile in aereo da Atene con un volo di circa un’ora, Lipsi è collegata via mare alle maggior isole del Dodecanneso, Rodi e Kos, ma anche Patmos e Leros, con aliscafi e traghetti che nell’alta stagione hanno frequenza quotidiana.

Ottime le sistemazioni alberghiere, e tante le possibilità di affittare per le proprie vacanze appartamenti e studios.

Il panorama di spiagge e calette tra le quali è opportuno citare lo stupendo e pittoresco paesaggio di Platis Gialos e la stretta striscia di sabbia di Katsadia, sormontata da piacevoli taverne, e le tante altre insenature ed i tratti di costa rocciosa è inestimabile per bellezza, ed alla sera, sebbene non si possa affermare l’esistenza di una vera e propria nightlife come nelle più frequentate isole vicine, si possono godere serate davvero indimenticabili nelle taverne tra canti e musica insieme agli isolani.

Isola di Patmos

Sebbene Patmos sia un’isola di dimensioni ridotte la sua notorietà è molto elevata, in Grecia come tra i turisti di tutto il mondo, soprattutto perchè l’isola possiede un celebre monastero, e perchè, vuole la leggenda, qui visse uno dei più importanti santi e profeti dell’era cristiana, San Giovanni Evangelista, che proprio qui avrebbe avuto le visioni grazie alle quali comporrà uno dei capitoli più importanti del Vangelo, l’Apocalisse.

L’isola quindi è una meta non solo turistica durante la stagione estiva ma anche nel corso di tutto l’anno per migliaia di pellegrini. Ciò da all’isola quell’atmosfera di devozione e di raccoglimento che è ulteriormente amplificata dalla bellezza dei suoi litorali e di pittoreschi villaggi.

Patmos

Patmos

Tra piccole e grandi spiagge, se ne contano almeno una ventina, l’isola rappresenta la meta ideale per chi vuole godersi i magnifici panorami del Mar Egeo, ed è particolarmente amata dagli appassionati di windsurf per via dei forti venti che soffiano, l’ideale per chi vuol volteggiare tra le onde. Tra le tante attrattive, oltre al monastero, il capoluogo, Chora, ed i piccoli villaggi di Kambos, di Skala e di Grikos.

Ottime opportunità di trovare una sistemazione per soggiornare sull’isola, e diverse taverne dove si possono gustare splendidi e saporiti piatti della cucina tradizionale greca.

Patmos è facilmente raggiungibile dal Pireo con i traghetti che hanno frequenza giornaliera, o con gli aliscafi dai centri nodali del traffico marittimo nel Dodecanneso, Kos e Rodi.

Sull’isola si possono trovare altrettanto facilmente offerte di escursioni verso le selvagge e bellissime isole vicine, da Lipsi a Leros, da Arki a Marathi.

Isola di Lesbos

Lesbos, o, come viene anche chiamata Lesvos, è una delle isole più amate e frequentate dai turisti, senza però conoscere quei bagni di folla di altre destinazioni come Rodi, Mikonos o Santorini.

Molta della sua fama l’isola di Lesbo la deve alla storia: qui infatti è nata ed è vissuta una delle più celebri poetesse della Grecia Classica, Saffo.

Un paesaggio magnifico non solo per i litorali costieri, ma anche per l’entroterra verdeggiante e per i suoi deliziosi piccoli paesi affacciati davanti ad un mare dai colori spettacolari.

L’antico capoluogo dell’isola, Mitilene, possiede diverse attrattive archeologiche, dai resti di un teatro romano alle mura di un castello di origini bizantine.

Tramonto a Lesvos

Tramonto a Lesvos

Tra i monumenti religiosi il monastero di Limonos, la chiesa, del diciottesimo secolo, Panagia Glycofilousas, che svetta sulla sommità di uno dei villaggi più affascinanti che si trovano sull’isola, Petra, il monastero Aghia Raphael e la chiesa Panagia Sion.

Nel capoluogo anche interessanti musei, quello dedicato al folklore e quello archeologico.

Tra i villaggi più pittoreschi si segnalano Manamado, Kalloni e Molivo, che si affacciano sulla grande baia interna che caratterizza geograficamente l’isola.

Da visitare anche il villaggio di Mithymna, che presenta un affascinante dedalo di viuzze che culminano nell’antico castello (Kastro) alla sommità.

Oltre alle spiagge, magnifiche, come Agios Isidoros, Petra o Kalloni, che si aprono davanti ai suggestivi, tradizionali villaggi, se ne possono trovare molte altre, altrettanto fantastiche, basta noleggiare un mezzo e partire all’esplorazione dell’isola, o cercare tra i programmi di escursione.

Mitilene, è anche il cuore della vita notturna sull’isola, vivacissima durante la stagione estiva ma interessante e partecipata anche durante la bassa stagione.

Il palazzo di Cnosso a Creta

Una delle meraviglie archeologiche dell’umanità, ed uno dei più celebri e visitati tra i monumenti greci dopo il Partenone di Atene. Il Palazzo di Cnosso rappresenta una di quelle occasioni per intraprendere un viaggio in Grecia, e scegliere la grande isola di Creta, la più meridionale tra le isole greche e sicuramente uno spettacolo sotto tutti i punti di vista, archeologico, naturalistico e culturale.

Oltre alle magnifiche spiagge, ai litorali incontaminati, alla scoperta di una popolazione orgogliosa e fiera, Creta offre questo spettacolare monumento, risalente all’Epoca del Bronzo, simbolo di quella civiltà minoica che più di due millenni or sono dominava sull’intero bacino del mediterraneo. Il palazzo di Cnosso, che oggi è stato in parte ricostruito, era il cuore pulsante di un regno che si estendeva più sul mare che sulla terraferma, eccetto che sulle coste mediterranee, sulle quali si limiterà a fondare, nel corso del suo dominio, centinaia di colonie e di approdi marittimi.

Cnosso

Cnosso

Il labirintico svilupparsi di corridoi e abitazioni, magazzini e piazze pubbliche, su un’immensa area di terreno rende appieno l’idea della potenza di questo regno, tanto che la sua struttura, così complicata, diventerà uno dei miti più noti della Grecia Classica, quello del labirinto di Minosse, da cui fugge, volando con ali di cera, Dedalo con suo figlio Icaro.

Il palazzo, oggi visitabile quasi per intero ed ancora investito da diversi scavi archeologici, offre tanti aspetti di interesse artistico come i famosi affreschi, che sono visibili in copia nella loro collocazione di origine, mentre al museo archeologico di Iraklio sono conservati gli affreschi originali.

Sifnos Grecia

Le isole dell’arcipelago delle Cicladi sono famose per la loro aridità e per essere particolarmente secche, ma Sifnos fa eccezione, e si presenta a visitatori e turisti nel suo splendore di vallate e pianure fertili e verdeggianti, tra cui svettano gli ulivi.

Il capoluogo dell’isola, Apollonia, ospita un interessante Museo dell’Arte. Kastro è l’antico capoluogo dell’isola e vi si può ammirare la cittadella veneziana del quattordicesimo secolo.

panorama del mare greco

panorama del mare greco

Le spiagge più piacevoli si trovano a Faros, a Kastro ed a Platys Gialos. Altre se ne trovano a Kamares, a Chersonissos ed a Vathy.

Poca vita notturna ma comunque vivace, Sifnos è l’ideale per chi cerca pace e tranquillità senza rinunciare però a qualche serata di divertimento.

Ristoranti e taverne sono particolarmente buoni a Sifnos, che vanta una notevole tradizione di grandi cuochi. Le migliori taverne in cui gustare il pesce freschi si trovano a Kastro e Faros.

Vacanza in vela in Grecia

Splendido mare greco

Splendido mare greco

Chi ha la possibilità di concedersi una vacanza in barca a vela di sicuro sceglierà la Grecia come meta delle sue esplorazioni. Un vero e proprio paradiso per i velisti, la costellazione di isole ed incantevoli arcipelaghi che si aprono di fronte al continente offre centinaia di splendide località in cui recarsi con la barca, dove ormeggiare in solitarie calette di sabbia o piccoli ciottoli, incontaminate e con il mare cristallino e trasparente nel quale tuffarsi è un sogno.

Per chi non possiede una barca è sempre disponibile l’opzione di affittare, magari per più di un nucleo famigliare, una vela charter, il cui equipaggio vi porterà a visitare luoghi di incredibile bellezza che altrimenti sarebbe impossibile raggiungere. Data la forte concorrenza e le molte offerte i prezzi sono facilmente abbordabili. Non è raro che anche sulla più sperduta delle isoletta si scopra un ristorantino dove fermarsi a cenare, sotto l’azzurro cielo stellato, cullati dal dolce fragore delle onde.

Guida: vacanze in Grecia parte I – Una vacanza in Grecia

La Grecia propone ai suoi visitatori una varietà pressoché infinita di modi di trascorrere le vacanze, il clima durante la lunga estate è sempre caldo e secco, ed il viaggio, dalle maggiori capitali europee, è mediamente economico e breve.

Molti si recano in Grecia per ammirare le molte testimonianze di un passato ricco di storia e di cultura. Ovunque sul territorio, dalla terraferma alle isole si possono trovare monumenti e siti archeologici, rovine di templi e di insediamenti umani che affondano le loro origini nella notte dei templi.

Il panorama naturalistico è eccezionale: vulcani e cascate, montagne e caverne, boschi e pinete, dove ancora si trovano in libertà diverse specie animali, cinghiali, cervi, felini selvatici, e, sulla costa, foche monache, tartarughe e delfini. Per gli amanti della botanica il panorama non potrebbe essere più interessante, orchidee, bouganvillee, eucalipti, uliveti millenari.

La tipica cucina greca è allettante per tutti i palati, di forti reminiscenze mediterranee, pesci, ortaggi e carni genuine, impreziosite dall’ambrato sapore dell’olio extravergine di oliva, una delle ricchezze del bacino del Mediterraneo, vini dal gusto forte e robusto, di gradazione alcoolica sostenuta, che, bianchi,rossi, “resinati”, accompagnano con grazia ed eleganza anche i piatti più rustici.

La Grecia non è solo mare e sole, sulle montagne dell’entroterra si trovano infatti interessanti possibilità di vacanze anche agli amanti dello sci, ed in molte cime, nell’Epiro, in Macedonia, ed anche nel Peloponneso ci sono stazioni sciistiche, rifugi, sentieri per la gioia degli amanti della montagna. Non mancano nemmeno, per i più spericolati, percorsi in canoa ed in rafting tra i ripidi torrenti di montagna.

Sono in molti anche coloro che si dedicano ad una vacanza spirituale: in Grecia sono centinaia i monasteri che offrono ospitalità per una vacanza all’insegna della meditazione e della ricerca di sé.

Chi vuole visitare la Grecia trova a sua disposizione diverse soluzioni, una delle più comuni consiste nei viaggi organizzati “tutto compreso” che comprendono sia il viaggio che la sistemazione e l’alloggiamento, ma non manca chi si concede una vacanza all’insegna dell’avventura e del caso, visto che in Grecia non si ha alcuna difficoltà a trovare una sistemazione per la notte ed è facile spostarsi, in traghetti ed aliscafi prima di tutto, oppure in aereo grazie alla sviluppata rete di linee aeree interne, e, nel continente, alle linee di autobus ed il treno.

Spiagge incantevoli e sole splendente, ottimi prezzi e vivace vita notturna, enormi folle di vacanzieri e località solitarie, ognuno può trovare il tipo di vacanza che più gli aggrada. Nelle grandi e note località turistiche e balneari, Rodi, Mikonos, Kos, Creta, Santorini atterrano ogni giorno decine di voli charter e non mancano hotel, resort, pensioni e villaggi turistici in quantità. Ma anche nelle isole più piccole non mancano i collegamenti, anche se meno frequenti, chi cerca silenzio, pace e relax quindi non ha che da scegliere tra le località meno frequentate dalle folle ma non per questo meno interessanti e piacevoli. Per la sistemazione, anche nei luoghi più remoti non è difficile trovare piccole pensioni a conduzione famigliare, appartamenti e studios dove l’ospitalità del proprietario vi farà sentire come in famiglia.

Le famiglie con bambini hanno a loro disposizione diverse località in cui i piccini potranno serenamente giocare in tutta sicurezza sul bagnasciuga sotto l’occhio rilassato dei genitori.

Sebbene la lingua sia particolarmente difficile, e l’alfabeto incomprensibile, non sarà difficile comunicare con la popolazione. I giovani parlano sovente una o più lingue straniere, in particolare l’inglese, che è anche la lingua più comune nelle maggiori località turistiche. Gli italiani non trovano difficoltà nel Dodecanneso per esempio, dato che, essendo stato per trent’anni protettorato italiano, i vecchi conoscono la lingua perché in gioventù hanno frequentato le scuole italiane.

Chiaramente nei posti più sperduti qualche difficoltà può esserci, ma la gentilezza e la volontà di essere disponibili e di comprendere che è innata anche tra i greci dei più piccoli villaggi faranno agevolmente superare ogni difficoltà di comprensione e di dialogo.

Di particolare interesse anche la profonda spiritualità del popolo greco, che si esprime nelle processioni sacre dedicate ai santi, al patrono del paese, e soprattutto alla Madonna, universalmente venerata e celebrata. Testimonianza di tale religiosità le miriadi di chiese e chiesette che si possono ammirare ovunque, nei vicoli dei centri storici oppure arroccate, bianche di calce, sulle scogliere dove la loro nivea bianchezza contrasta e risplende sullo sfondo del blu del mare.

Archives