Isola di Kastelorizo


Kastelorizo è sicuramente una delle isole più famose per il pubblico italiano da quando in questa sperduta landa del Dodecanneso, all’estremo confine meridionale della nazione greca e proprio di fronte alla costa Turca il regista Gabriele Salvatores girò le scene di un film pluripremiato, Mediterraneo.

L’ambientazione, per chi vi arriva via nave, sembra a prima vista essere rimasta tale quale quella del film, ed ancora oggi l’incontaminato paesaggio della piazza centrale dell’unica città dell’isola, Megisti, con le case bianche accecanti di calce, le piccole taverne tradizionali e gli anziani seduti ai tavolini ad assaporare ouzo e caffè turco restano l’immagine più caratteristica dell’isola.

Kastelorizo
Kastelorizo

Se oggi l’attività prevalente sull’isola è quella del turismo, un tempo Castellorizo era un’importante sbocco marittimo per i traffici commerciali, e la popolazione residente era sicuramente maggiore di quella presente al giorno d’oggi.

Molte le testimonianze interessanti, come i resti di un castello costruito dai Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni, probabilmente eretto sopra antiche fortezze risalenti alla Grecia classica, di cui resta qualche particolare.

Sebbene non ci siano vere e proprie spiagge sono molte le località dove è davvero piacevole tuffarsi nelle acque limpide e cristalline dell’Egeo. La spiaggia di Sfaghiali è sicuramente la più nota, ma chiedendo a pescatori e in albergo si possono organizzare piacevoli escursioni giornaliere intorno all’isola o nelle vicine isolette, molte delle quali disabitate, che sono un vero e proprio paradiso in terra.