Guida: vacanze in Grecia V parte – In Grecia via mare

Per i turisti italiani, ma anche per i molti stranieri che desiderano trascorrere le vacanze in Grecia portandosi dietro l’automobile, il percorso obbligato passa per la rete di collegamenti marittimi che intercorrono tra la Grecia e l’Italia. Dai porti italiani infatti, grazie alle moderne e veloci navi delle numerose compagnie di navigazione il viaggio verso la Grecia si compie agevolmente e velocemente. Il percorso più lungo, ma anche quello più “romantico” parte da Venezia e raggiunge Patrasso toccando il porto di Igoumenitsa, è particolarmente vantaggioso per i viaggiatori del nord-est italiano e del nord in generale che non vogliono raggiungere in auto gli altri porti posti più a sud nella penisola italiana, Ancona, Bari, Brindisi. Da questi ultimi porti il viaggio verso la Grecia è più breve ed anche più economico, ma si spende di più in auto per raggiungerli, almeno per coloro che partono dal Nord Italia. Ogni giorno per tutto l’arco dell’anno è prevista almeno una partenza alla volta di Patrasso ed Igoumenitsa, e naturalmente nella stagione estiva il numero delle partenze giornaliere aumenta del 50% e più.

Una volta giunti a Patrasso, se la destinazione sono le isole della Grecia, gli automobilisti sono obbligati a raggiungere il Pireo attraverso l’autostrada che da Patrasso porta ad Atene. Una volta al Pireo si possono trovare traghetti per tutte le altre destinazioni, gestiti dalle compagnie di navigazione greche, con imbarcazioni di costruzione recente e comodissime: Cicladi, Dodecanneso, Creta, e via mare si può anche raggiungere comodamente anche Salonicco, una riposante alternativa al tragitto autostradale. E’ comunque sempre meglio informarsi prima sullo stato delle strade e della circolazione su determinate isole, talvolta è meglio rinunciarci oppure noleggiare un auto o meglio ancora un motorino sul posto, i prezzi non sono esagerati, e si risparmia in fatica e stress.

Chi non ha l’auto al seguito, oltre alla flotta dei traghetti ha a disposizione tutta una serie di aliscafi e catamarani veloci che fanno la spola tra un’isola e l’altra nella metà del tempo che ci impiegano i traghetti. Per raggiungere le isole più remote dovrete informarvi presso gli abitanti, ed in qualche caso potete contrattare un passaggio con i pescatori, se il tragitto è breve.

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Archives