Guida: vacanze in Grecia parte VII – Le isole della Grecia

Le isole greche sono una meta tra le più incantevoli dei vacanzieri europei e del resto del mondo, ed ogni anno sono migliaia i turisti che affollano le magnifiche spiagge, i litorali rocciosi, le belle vallate verdeggianti e le alture aspre ed aride che dominano il blu profondo del mare Egeo. Ogni gruppo di isole, ogni arcipelago, ha una sua storia ed una sua particolarità, ed il paesaggio cambia notevolmente tra le une e le altre, verde e rigoglioso oppure arido ed asciutto, vulcanico e montagnoso oppure dolcemente collinoso. Anche l’architettura delle case, la cultura, le usanze e le tradizioni che si tramandano hanno tratti talvolta profondamente differenti che dipendono in larga misura dalle vicissitudini cui sono state coinvolte le varie isole nel corso della loro millenaria storia.

Le Cicladi un consistente arcipelago che si staglia davanti all’immenso golfo formato dalle penisole del Peloponneso e dell’Attica, devono il loro nome al fatto di essere disposte a cerchio intorno a quello che un tempo era il cuore della spiritualità e religiosità dei greci, l’isola sacra di Delo. E’, quello delle Cicladi il tipico paesaggio greco così come siamo abituati a vederlo nelle immagini da cartolina, con piccole casette bianche di calce che abbacinanti riflettono la luce del sole, e si stagliano sul blu del mare in un contrasto molto poetico e suggestivo, da lasciare esterrefatti. Qui si trovano alcune delle isole più rinomate e frequentate dai turisti, sia per la loro incantevole bellezza che per il fatto di essere poli di attrazione anche per chi vuole attardarsi nella sfrenata vita notturna fino alle prime ore dell’alba: Mikonos, Paros Naxos Santorini e la sfrenata Ios, dove si incontrano a migliaia i giovani greci. Accanto a quelle super affollate si possono trovare piccole isole dove invece si respira solo calma e relax, e le uniche attività serali sono un po’ di buona musica e ottime cene in taverna: Amorgos, Folegandros, Sifinos e Sikinos, per citarne solo alcune tra le decine esistenti. Ci sono anche isole quasi del tutto disabitate, per chi è in vacanza su yacht delle mete incantevoli.

Il Dodecanneso un altro vasto gruppo di isole che si estende lungo la costa della Turchia deve il suo nome al fatto che si contano dodici isole principali, anche se in realtà sono di più. Questo arcipelago storicamente è stato dominato dai turchi fino agli inizi del novecento per poi diventare protettorato italiano. Della secolare presenza dei turchi ampie tracce si trovano nella cucina, in particolare nei dolci ed in alcuni usi e costumi, mente la presenza degli italiani, circa un trentennio, è evidente nelle architetture coloniali che si possono ancora oggi vedere su quasi tutte le isole. Di questo gruppo di isole le più famose e conosciute sono sicuramente Rodi, con la sua città medievale tra le meglio conservate nel mondo, oggi patrimonio storico dell’umanità sotto l’egida dell’UNESCO e Kos, la cui infinita distesa si spiagge di sabbia dorata sono un sogno sia di giorno per tuffarsi nello splendido mare cristallino che di notte, quandole discoteche aprono i battenti ed in migliaia accorrono in spiaggia per ballare sulla riva del mare fino al sorgere del nuovo sole. Altre isole interessanti sono la splendida Simi, la rocciosa Kalymnos, patria sia di temibili pirati che, in epoca più recente, dei famosi pescatori di spugne, Patmos, meta di molti pellegrinaggi e, un vero e proprio piccolo gioiello incastonato nel mare blu, la piccola Lipsi.

Le Sporadi sono un piccolo gruppo di isole che si para davanti ad Atene, e per la loro vicinanza sono tra le mete preferite dei vacanzieri della capitale greca. Sono isole particolarmente animate anche durante i week end. Tra di esse Poros, Aegina, Hydra.

Le Isole Ioniche per bellezza non sono da meno che le Cicladi, anzi, hanno una caratteristiche che le distingue nel fatto di essere verdissime e fertili. L’architettura qui è fortemente condizionata dalla secolare presenza dei veneziani, dei francesi e degli inglesi, e molte cittadine presentano un centro storico di gusto neoclassico. Incantevoli insenature e spiagge di fascino esclusivo non mancano lungo le coste di Zacinto, Cefalonia, Corfù, e la loro fama è tale che è stata per lungo tempo tra le mete turistiche delle aristocrazie europee, ed oggi del jet-set internazionale. Anche gli artisti ne sono rimasti folgorati, e sono tanti i poeti ed i pittori che hanno scelto di venire a vivere qui.

Ad est, nel tratto di mare compreso tra la penisola dell’Attica e la Turchia, davanti alla penisola Calcidica e la Tracia, troviamo le grandi isole dell’Est e del Nord Egeo, la montuosa e fertile Samos, la grande e tranquilla Lesbos, chiamata anche Mytilene, Chios, altrettanto rilassante e frequentata quasi solo da turisti greci, così come la solitaria Ikaria.

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Archives